Il traguardo dopo l’ultima curva – Giornata 38

https://www.serieci.it/wp-content/uploads/2017/06/traguardo.jpgIl traguardo dopo l’ultima curva – Giornata 38

Il traguardo del Gran Premio a tappe Lega Pro 2016-’17 ha visto tutte le squadre partecipanti superare l’ultima curva, la numero 38. E’ stata una stagione lunga, che avrà una coda playoff (con regolamento abbastanza cervellotico) e playout. Le emozioni come al solito non sono mancate. Non tutti i pronostici sono stati rispettati, anzi tutt’altro!

Nel GIRONE A era tutto ancora diabolicamente in bilico a 90 minuti dal termine. La Cremonese (78punti-promossa in B) prima della classe aveva il match ball in casa contro il Racing Roma(30 punti-retrocessa in D), l’ultima. La pioggia che cadeva sullo stadio Zini faceva intuire presagi in stile Calori a Perugia contro la Juventus di Ancelotti. Dopo il vantaggio di Stefano Scappini(12 gol) grazie ad un allungo in  scivolata di Andrea Brighenti, una carambola portava il portiere dei lombardi Nicola Ravaglia a schiacciare il pallone nella propria porta per il più beffardo dei gol. La tensione in aumento vertiginoso assaliva i grigiorossi di Attilio Tesser, quindi fallo da rigore e gol del vantaggio degli ultimi in classifica calciato da Claudio De Sousa. Disperazione sugli spalti, gioia ad Alessandria. Ma la forza dei primi è ciò che li differenzia nei momenti difficili, ecco quindi che viene messo in atto l’accerchiamento finale che porta all’asfissia dell’avversario. Prima Scappini in mischia che fa doppietta e 2-2, poi al minuto 87 dopo un gol annullato ed un palo colpito arriva l’apoteosi con il gol di Fabio Scarsella(6 gol) per il 3-2 finale. Pioggia maledetta…pioggia benedetta! Ad Alessandria(78 punti-alla seconda fase playoff) i grigi dovevano vincere contro il Pontedera(43 punti) e sperare. Riccardo Bocalon(20 gol) con un tap-in dopo pochi minuti metteva subito la macchina in carreggiata, poi Riccardo Calcagni si ergeva a guastafeste col suo destro imparabile per Vannucchi e faceva 1-1. Alla notizia del pari momentaneo del Racing Roma a Cremona, Pablo Gonzalez(20 gol) colpito da piena grazia infilava in azione da percussione il gol del vantaggio finale. Inutile traguardo dopo aver condotto il gruppo per gran parte dell’anno. La corsa ai playoff vedeva il Renate(51 punti-ai playoff) all’ultima spiaggia ospite del Tuttocuoio(38 punti-ai playout) con il futuro già determinato. Il 2-2 finale premia la squadra di Luciano Foschi grazie al pari finale di Nicola Pavan su cross di Anghileri. All’ultima curva si stoppa la corsa del Pro Piacenza(51 punti) di Fulvio Pea, sconfitto 3-0 a Siena(45 punti) già salvo. Alessandro Marotta(15 gol+8 assist) con gol e assist per Cristian Bunino(8 gol) nega i playoff ai piacentini. Sul fondo il Prato(39 punti) doveva tentare l’ultimo assalto per cercare la salvezza diretta ma a Piacenza(61 punti-ai playoff) non è bastata nè la doppietta di Gabriele Moncini(13 gol-finalizzatore puro), nè aver rimandato al giorno dopo la partita causa pioggia. La squadra di Franzini con Jacopo Silva, Alessandro Cazzamalli e Tiziano Tulissi(classe 1997) al minuto 88 ha spento le speranze toscane. Gli uomini di Francesco Monaco se la vedranno contro il Tuttocuoio per rimanere tra i professionisti. Stessa sorte per la Carrarese(39 punti-ai playout) che in casa non va oltre lo 0-0 contro la Lupa Roma(33 punti-ai playout), contro cui giocherà lo scontro playout. Si estranea dalla lotta salvezza l’Olbia(42punti) che vince 0-1 ad Arezzo(65 punti-ai playoff) grazie ad un rigore di Daniel Kouko(9 gol). Vincono la classifica cannonieri Bocalon(senza rigori) ed il compagno Gonzalez con 20 reti. Saluta il calcio giocato il capitano della Pistoiese Corrado Colombo(9 gol).

La griglia playoff: LIVORNO-RENATE/AREZZO-LUCCHESE/GIANA ERMINIO-VITERBESE/PIACENZA-COMO

Nel GIRONE B il croupier Venezia aveva già chiamato “le jeux sont faits, rien ne va plus”, si doveva trovare solo l’ultima partecipante ai playoff. Se la vedevano a Bergamo l’Albinoleffe(52 punti-ai playoff) e la sorpresa Santarcangelo(50 punti). Dopo il vantaggio ospite di Matteo Merini ed il pari di Francesco Agnello la partita svolta sul fallo da rigore(generoso) su Antonio Montella che permette a Massimo Loviso(4 gol+5 assist) di portare i bergamaschi sul 2-1, poi rifinito a 3-1 finale da Montella con un bel sinistro ad incrociare da destra. Senza i 2 punti di penalizzazione i romagnoli sarebbero dentro a discapito del Bassano(51 punti-ai playoff). Sul fondo a sgomitare il Mantova(41 punti) si prende subito uno spavento merito di Ettore Gliozzi(15 gol), autore del vantaggio Sudtirol(47 punti) con pallonetto dopo una fuga dalla trequarti. Poi si rimette in carreggiata vincendo 3-1 con le reti di Paolo Regoli, il francesino Enzo Di Santantonio e capitan immortale Gaetano Caridi(6 gol+10 assist). Non ce la fa ad evitare gli spareggi playout il Teramo(40 punti-ai playout) vittorioso 0-1 a Salò contro la Feralpi(53 punti-ai playoff) con gol di Pietro Baccolo. Vince la classifica cannonieri Leonardo Mancuso con 22 reti(7 rigori), prossimo attaccante del Pescara.

La griglia playoff, il Parma secondo accede alla seconda fase:

PORDENONE-BASSANO/PADOVA-ALBINOLEFFE/REGGIANA-FERALPI SALO’/GUBBIO-SAMBENEDETTESE

La griglia playout: LUMEZZANE-TERAMO/FORLI’-FANO

Nel GIRONE C allegri e meritati bagordi del Foggia promosso in B, Lecce secondo e Matera terzo(finalista di Coppa Italia) accedono alla seconda fase dei playoff. Nella corsa agli ultimi due posti c’erano Fondi, Catania e Fidelis Andria. L’Uinicusano(49 punti) si qualifica con la vittoria casalinga 2-1 al Catanzaro(38 punti-ai playout) grazie a Filippo Tiscione(9 gol) autore della doppietta vincente. Destro potente da fuori area e pallonetto elegante per il raddoppio. Gli etnei(47 punti-ai playoff) sfruttano il posto in più messo a disposizione di tutti dal Matera e la classifica avulsa con cui a parità di punti estromettono i pugliesi. Sul fondo l’Akragas(39 punti-ai playout) non riesce ad agganciare nello scontro diretto il Monopoli(42 punti) che lo ferma sullo 0-0. Vince la classifica marcatori Fabio Mazzeo con 21 reti(4 rigori).

La griglia playoff:

JUVE STABIA-CATANIA/SIRACUSA-CASERTANA/VIRTUS FRANCAVILLA-FONDI/COSENZA-PAGANESE

La griglia playout: MELFI-AKRAGAS/CATANZARO-VIBONESE

Domenica prossima si torneranno a rincorrere sogni e speranze.

TANTE PALLONATE A TUTTI!

Condividi su:

Author Description

Claudio Del Cima

No comments yet.

Join the Conversation