Ai blocchi di partenza….Viaaaaa!!!

https://www.serieci.it/wp-content/uploads/2017/08/IMG_0016.jpgAi blocchi di partenza….Viaaaaa!!!

E’ partito finalmente il campionato di Serie C. La coda del mercato aperto fino a giovedì 31 alle 23 portera’ altri scompigli nelle rose e nelle idee dei tifosi vogliosi di certezze. Quelle certezze che a Pagani si sono gia’ perse. Prima sconfitta e Salvatore Matrecano subito sollevato dalla panchina su cui al suo posto si accomoda Massimiliano Favo. Sul campo la solita certezza: anche l’ultima brigata con l’organizzazione e l’entusiasmo puo’ battere l’armata col veliero piu’ imponente e l’equipaggio piu’ talentuoso ed esperto. Come si dice, nessuno se la porta da casa! Passiamo alle cose formali…

 

GIRONE A

OLBIA-PISA 1-0: allo stadio Nespoli il piccolo Davide batte il glorioso Golia con gol di Ragatzu che prima rifinisce con tanto di tacco e poi conclude in mezza sforbiciata il cross di Pisano dalla destra che aveva alimentato. Vantaggio per gli uomini di Mereu che dura fino alla fine, perche’ i toscani davanti ancora devono mescersi bene.

SIENA-LUCCHESE 1-0: bianconeri che dirigono le danze e trovano nel secondo tempo il vantaggio decisivo con azione aggirante orchestrata da Marotta, cross di Damian dalla destra e Cristiani che appostato sul secondo palo fa cucu’ e insacca. Al Franchi rimbomba anche un palo colpito da Bulevardi che certifica ancor di piu’ il complessivo merito senese.

LIVORNO-GAVORRANO 2-1: prima sfida della storia tra i due club nel mondo professionistico. Mazzoni nel primo tempo si incarta con la palla tra i piedi al limite dell’area, e’ lesto Lombardi ad approfittarne per portare in vantaggio i suoi. Nel proseguo del match il portiere labronico si riscatta e giustifica con le sue parate la fiducia accordatagli dalla societa’ col prolungamento contrattuale di questa estate. Nella ripresa la squadra di Sottil recupera le idee e prima fa pari con Doumbia su traversone di Franco, poi mette il muso avanti con un sinistro di Pedrelli dal limite a giro sul palo opposto. Gran gol!

PONTEDERA-ALESSANDRIA 1-1: i piemontesi a quanto pare durante l’estate non si sono scrollati di dosso l’etichetta di squadra che crea molto ma che sciupa tanto. Anche alla prima del nuovo anno creano tanto, sbagliano mira e vanno sotto con la zuccata di Pesenti su corner. Fortuna per i grigi che a 5 minuti dal gong Pablo Gonzales si infila tra due difensori e traghetta a suo modo il rilancio della sua difesa nella porta avversaria per il pari finale.

PRO PIACENZA-GIANA ERMINIO 3-1: al Garilli tre dei nuovi acquisti dei locali mettono subito la firma sui primi tre punti della stagione. La Vigna, gran sinistro dal limite per il giovane scuola Atalanta, Starita e Alessandro rendono inutile il gol di Perna per gli uomini di Albe’.

VITERBESE-PRATO 3-1: i gialloblu’ rappresentanti la Tuscia messi insieme in 15 giorni partono coi razzi e dopo 20 minuti sono già avanti di 2 reti con la doppietta di Tortori. Il Prato lo sa e ci prova riuscendo a segnare solo una volta con Piscitella, ma poi trova il miglior portiere della categoria Iannarilli a negargli di tutto di piu’. Chiude Vandeputte che triplica con diagonale di destro nella ripresa.

AREZZO-ARZACHENA 2-3: il gruppo sardo manda di traverso l’esordio di Claudio Bellucci sulla panchina aretina. Sanna e Curcio combinano che e’ un piacere davanti e rendono la prima volta nella categoria una domenica smeralda come la costa da cui provengono. Rinaldi e D’Ursi su calcio da fermo ci provano a rimettere in piedi la baracca granata, ma il terzo gol firmato Lisai mette la distanza necessaria tra l’illusione e la vera realta’ dei primi tre punti. Meritati sul campo.

MONZA-PIACENZA 2-0: all’inizio Fumagaloi con un doppio miracolo salva gli emiliani, ma nel proseguo prima bomber Cori si conquista e realizza il penalty del vantaggio, poi offre a Giudici il pallone del raddoppio che il compagno non sbaglia. Gol e assist fanno +4 al fantacalcio!

CUNEO-CARRARESE 0-1: ti aspetti Coralli e Tavano a far magie ma la risolve la cntesa una percussione da scattista di Tentoni. Al minuto 28 dopo 40 metri di corsa a vuoto come un running back riceve palla e con estrema lucidita’ la piazza alle spalle del portiere. Wow!

 

GIRONE B

RENATE-PADOVA 3-0: breve storia triste per i patavini, ci provano un pochino a far male ai lombardi, ma nella ripresa arrivano tre reti di cui due con la regia di Lunetta. Fine

SAMBENEDETTESE-MODENA 2-0: Gennaro Troianiello affonda subito il coltello nei mali societari e di squadra dei canarini emiliani. In pieno recupero azione da manuale del contropiede, con 4 tocchi gli uomini di Moriero vanno in porta e Valente raddoppia.

RAVENNA-FERMANA 1-0: sfida tra neopromosse. I marchigiani sembrano meno equipaggiati e infatti il Ravenna li punisce con Lelj. Tabacchi e Ballardini sempre pericolosi tra i giallorossi.

REGGIANA-FERALPISALO’ 1-2: Guerra e’ sinonimo di…gol! Doppietta e tre punti a casa dei reggiani che ci provano a non uscire dalla partita con un bel sinistro di Rosso, ma per il momento la costruzione ha bisogno di tempo, anche se conta su elementi di talento.

SANTARCANGELO-PORDENONE 0-1: se Piccioni al minuto 66 non avesse sperperato un ottimo contropiede nato da una palla persa di Parodi….ma poi e’ arrivato un braccio largo in area, un rigore in pieno recupero e la condanna firmata Burrai dagli 11 metri. Coi se non si va lontano

FANO-BASSANO 1-0: gli eventi che dominano sopra le nostre teste…prima la traversa marchigiana con Schiavini, poi il rigore fallito da Minesso o respinto da Miori per la squadra di Renzo Rosso, poi ecco al minuto 59 la zuccata vincente di Torelli su cross dalla trequarti. Episodi

SUDTIROL-ALBINOLEFFE 1-0: Gyasi si mangia un gol enorme, fortuna che Cia al minuto 66 pulisce la coscenza tirolese e conclude un ottimo contropiede col destro su cross di Zanchi. Freddezza

MESTRE-TERAMO 1-1: gol mangiato gol subito. Foggia sbaglia a chiuedere un contropiede e invece Neto Pereira insacca di testa il vantaggio per gli arancioni. Sottovia colpisce il palo, Calore salva su Neto Pereira il vantaggio ma poi gli uomini di Zironelli non riescono a chiudere il conto. Cosi’ al minuto 94 Bacio Terracino si inventa il pari sfruttando un rilancio della sua difesa. La dura legge del gol

VICENZA-GUBBIO 3-0: l’arsenale offensivo dei vicentini funziona molto bene. De Giorgio trascina, Giacomelli infiamma, Ferrari e Comi sono i cecchini. Rodaggio appena iniziato e gia’ finito? Ma il Gubbio?

 

GIRONE C

FIDELIS ANDRIA-JUVE STABIA 3-3: girandola di emozioni e gol che inizia con un pasticcio brutto tra Capece e Zanotti in area campana, Scaringella ne approfitta e fa 1-0. Paponi sveglia le vespe conquistando un rigore che poi trasforma per atterramento da parte di Piccinni, poi raddoppia con un destro a giro da fuori area. Barisic riporta la contesa in equilibriocol suo talentuoso sinistro. Nonostante l’espulsione di Viola per fallo violento, Mastalli porta avanti gli stabiesi al minuto 68 con un bolide di sinistro. Chiude il definitivo pari Minicucci con un sinistro al minuto 88 da fuori area che compie un arcobaleno fino a depositarsi sul palo opposto rispetto a quello di tiro.

CATANZARO-CASERTANA 2-1: tanta attesa per la corazzata campana, ma sono i giallorossi a mordere la partita. Cunzi porta in vantaggio i padroni di casa chiudendo di testa un cross di Puntoriere dalla destra, e 5 minuti dopo Falcone sempre su imbeccata del prodigo Puntoriere realizza di testa. Nella ripresa Alfageme prova a riportare a galla i suoi accorciando le distanzesu assist di Marotta, ma i calabresi controllano fino alla fine.

RENDE-REGGINA 1-0: derby alla prima per la neopromossa ripescata al fotofinish. I cugini granata nonostante un Tulissi in formato speciale non riescono a concretizzare quanto creano, e come insegna la legge del calcio poi pagano pegno. Al minuto 82 Ricciardo da bomber vero insacca di testa un cross di Vitelitti e porta avanti i suoi. Risultato che rimane tale nonostante un rigore per il Rende al minuto 91 che pero’ Cucchietti para a Vitacqua.

TRAPANI-SIRACUSA 1-0: si parte col botto fin dai primi muniti. Marras viene atterrato in area ma Ferretti sbaglia e Tomei salva il Siracusa. Su rovesciamento di fronte gli ospiti colpiscono la traversa. Poi pero’ alla distanza la qualita’ del Trapani esce fuori e Marano porta in vantaggio i padroni di casa. Vantaggio che dura bello sigillato fino al triplice fischio finale.

PAGANESE-BISCEGLIE 0-2: dopo 19 anni i pugliesi tornano in C e festeggiano con una bella vittoria. Lugo Martinez realizza una gran punizione da fuori area di sinistro, raddoppia Partipilo nella ripresa con uno slalom che parte dalla fascia destra e si conclude in area avversaria dribblando anche il portiere. Deposito dolce e della palla in rete e applausi per lui.

FRANCAVILLA-LECCE 1-1: anche qui esordio col derby, ma i piu’ quotati salentini riescono a sfondare solo al minuto 60 con Di Piazza. Dieci minuti dopo un palo per parte colpito da Sicurella e Costa Ferreira mettono un po’ di pepe. Quando tutto sembra perso per i padroni di casa, ecco che arriva capitan Abruzzese al minuto 93 con un diagonale vincente di sinistro a salvare tutto.

MONOPOLI-COSENZA 3-1: attesa per il nuovo Cosenza, delusione dopo 90 minuti. Il Monopoli e’ piu’ pronto, organizzato e concreto. Dopo 12 minuti e’ gia’ avanti di due gol sfruttando i calci da fermo, Bruccini al minuto 17 per i calabresi accorcia calciando in rete da fuori area una respinta del portiere Bifulco. Nella ripresa un tentetivo di Baclet impatta sulla traversa, poi sul finire capitan Pascali atterra di frustrazione una fuga di Cappiello. Rigore e gol di Scoppa che chiude al minuto 87. Promossi i pugliesi, rimandati i lupi.

CATANIA-RACING FONDI 1-1: l’arsenale offensivo del Catania e’ notevole, ma per ora manca l’innesco. Prima dell’intervallo Curiale porta in vantaggio gli etnei su azione da corner. Ad inizio ripresa ci pensa De Sousa a trasformare un cross dalla sinistra da centravanti d’area e fare pari. Poi Giannini e i suoi controllano e portano a casa un punto prezioso.

MATERA-AKRAGAS 1-0: netta e schiacciante vittoria per il Matera, autore di un gioco corale e armonioso. Stendardo segna il vantaggio dopo 18 minuti con un diagonale di sinistro in area. Per il resto del tempo belle combinazioni dalla trequarti in avanti e occasioni che potevano arrotondare meglio il risultato mai in dubbio.

 

Tante pallonate a tutti!

 

 

 

Condividi su:

Author Description

Claudio Del Cima

No comments yet.

Join the Conversation